Museo / Sala Bartali / Biografia

Con la maglia della S.S. Aquila

Con la maglia della S.S. Aquila di Ponte a Ema, dal 1931 al 1934, Bartali partecipò a 105 corse. Le vittorie 44: 11 da allievo, 33 da dilettante. Numerosi i piazzamenti.

Il 5 ottobre 1931 raggiunse il primo successo nel circuito di Antella.

Dal 1932 suo grande rivale fu Aldo Bini di Prato.

Nel 1933 confermò grandi potenzialità di arrampicatore nella Bologna - Passo della Raticosa.

Il 24 maggio 1934 a Grosseto rimase coinvolto in una grave caduta a pochi metri dal traguardo. All'ospedale i sanitari gli riscontrarono ferite multiple e ravvisarono la necessità di una deviazione del setto nasale per difficoltà respiratorie.

Riprese l'attività agonistica il 17 giugno a Pelago, in provincia di Firenze, dove, per il secondo anno consecutivo, si aggiudicò la coppa Giulio Cremonini.

Nel 1934 fu campione toscano dilettanti. L'ultimo successo l'ottenne il 29 ottobre a Ponte a Ema.

Nel mese di novembre partecipò, come indipendente tesserato per la S.S. Aquila, al giro di Tripolitania in cinque tappe; si classificò 4°.

Associazione Amici del Museo del Ciclismo "Gino Bartali"
E' vietata la riproduzione anche parziale - Per Informazioni:
info@ciclomuseo-bartali.it